• Per l'unità delle arti. Saggi di critica romantica (1838-1880)
Per l'unità delle arti. Saggi di critica romantica (1838-1880)

Per l'unità delle arti. Saggi di critica romantica (1838-1880)

Questa raccolta di saggi, intitolata all'unità delle arti e edita nel bicentenario della nascita di Carlo Tenca, oltre c he dei nostri manifesti romantici (1816-2016), è ben più che un omaggio d'occasione al critico lombardo dell'Ottocento. Essa, infatti, riunisce materiali tutt'altro che minori, i più dei quali apparsi sulle riviste milanesi del tempo o rimasti celati tra le carte autografe del Tenca, così da offrire un profilo complementare dei molteplici e costanti interessi storico-artistici del critico milanese, come pochi altri capace di spaziare, con rigore critico pari alla passione civile, dalla musica al teatro tragico antico e moderno, dalla modernità letteraria alla storiografia medievale, dal dibattito sulla conservazione urbanistica del nostro patrimonio monumentale a quello sulla riforma dell'insegnamento accademico delle arti. Ma l'originalità della raccolta sta anche, e soprattutto, nella sua ultima sezione che, saldando al ventennio (1838-59) della militanza critica tenchiana quello della successiva militanza parlamentare (1860-80), ci proietta, tramite alcuni autori esemplari dell'età romantica, come Manzoni e Leopardi (con un affondo finale sull'umanesimo del Petrarca), nella laboriosa officina del critico, alle riflessioni preparatorie di saggi poi dati alle stampe associandone altre più tarde, ad eloquente riprova della sua fedeltà agli autori più cari. Vedi di più